Chirurgia Generale

Chirurgia Generale

Con la definizione "chirurgia generale" si indica, differentemente da quanto suggerisce la definizione stessa, quella branca della chirurgia che si occupa di risolvere o migliorare la prognosi delle patologie che interessano gli organi della cavità addominale – intestino, colon, fegato, stomaco, esofago, pancreas, cistifellea, fegato, dotti biliari – oltre alla mammella e alla tiroide

Di cosa si occupa il chirurgo generale?

Il chirurgo generale è un chirurgo specializzato in interventi chirurgici condotti su mammella, tiroide o su uno degli organi della cavità addominale, il cui obiettivo è curare o migliorare la prognosi delle patologie che interessano questi organi.

Chirurgia Bariatrica

Quali sono le patologie trattate più spesso dal chirurgo generale?

Chirurgia Bariatrica

Le patologie più spesso trattate da questo chirurgo sono le patologie a carico della mammella, della tiroide e degli organi della cavità addominale (intestino, colon, fegato, stomaco, esofago, cistifellea, pancreas, fegato, dotti biliari).

Tra queste ricordiamo in particolare:
  • malattie funzionali e infiammatorie a carico di mammella, tiroide e degli organi della cavità addominale;
  • ernie (iatali e inguinali)
  • ulcere
  • diverticoliti
  • neoplasie (gastriche, dell'esofago, dell'intestino, del pancreas, del colon-retto, del fegato, della mammella, della tiroide, dei dotti biliari);
  • cisti
  • poliposi
  • calcolosi
  • sindromi dolorose da aderenze addominali post-chirurgiche.

Dal punto di vista diagnostico il chirurgo generale effettua molto spesso biopsie dei linfonodi e biopsie mammarie.


Quali sono le procedure più utilizzate dal chirurgo generale?

Le procedure più utilizzate dal chirurgo generale sono:
  • esami endoscopici (gastroscopia, pancolonscopia, rettosigmoidoscopia) che permettono la valutazione interna (endoscopia diagnostica) degli organi esaminati per poterne studiare anatomia, funzionalità e possibili patologie. Attraverso gli esami endoscopici è inoltre possibile eseguire piccoli prelievi di tessuto da sottoporre ad analisi istologica e piccoli interventi in anestesia locale come, ad esempio, l'asportazione di polipi (endoscopia operativa);
  • esami radiologici (Rx del tubo digerente, clisma opaco, Tac, Rmn);
  • interventi chirurgici che vengono eseguiti, a seconda dei casi, "a cielo aperto" (laparotomia); in modalità "mini-invasiva" (laparoscopia – chirurgia robotica); sotto guida ecografica.
Chirurgia Bariatrica

Quando chiedere un appuntamento al chirurgo generale?

È bene chiedere un appuntamento con il chirurgo generale tutte le volte che lo prescriva il proprio medico di medicina generale e nel caso in cui sia necessario monitorare il decorso post-operatorio.

Chirurgia Bariatrica

L'obesità è una condizione cronica spesso difficile da trattare con la semplice dieta abbinata ad esercizio fisico regolare.

Vai alla pagina

Centro Diagnostico Valdichiana

Social